Slava Ukraini, Gloria all’Ucraina. Questo slogan risuona nelle strade di Vilnius e di tutta la Lituania. Risuona nelle nostre orecchie, è davanti ai nostri occhi, ovunque in questo paese. L’11 marzo, il ripristino dell’indipendenza in Lituania, si è trasformato in un grande momento per sostenere gli ucraini che combattono contro l’aggressione della Russia di Putin.

GUARDA IL VIDEO

Nel 1990 la Lituania è stata la prima Repubblica Sovietica a dichiarare la propria indipendenza. Nel gennaio 1991, Gorbačëv inviò i carri armati a Vilnius per ristabilire il regime sovietico. Fu sconfitto dai lituani.

Oggi un altro paese in Europa, l’Ucraina, è stato attaccato dalla Russia. La Russia di Putin, in questo caso. È successo anche nel 2014, prima ancora, in Georgia, Cecenia, Siria. Una guerra, non un’operazione speciale, come dice Putin, per distruggere la nazione ucraina.

Celebrazioni vicino al Parlamento Lituano

Non ho mai visto un paese abbracciarne un altro come ha fatto la Lituania con l’Ucraina dall’inizio della guerra. Solidarietà e sostegno concreto ai rifugiati. Migliaia di bandiere, lituane e ucraine, tutte insieme.

Eravamo nella capitale Vilnius. Fin dal primo mattino la gente è scesa in piazza per celebrare il proprio Giorno dell’Indipendenza e per marciare per l’Ucraina: davanti al Parlamento, lungo il viale Gedimino, in piazza della Cattedrale. Un flusso di persone e migliaia di bandiere di entrambi i paesi, e anche bandiere dell’opposizione bielorussa.

La grande bandiera Ucraina a Vilnius

Una bandiera ucraina lunga 200 metri percorre il viale Gedimino fino alla Cattedrale. Davanti c’è quella lituana. Molti ucraini sono fuggiti dalla guerra e hanno trovato rifugio in Lituania. Alcuni di loro erano in marcia, tenendo stretta la loro bandiera. Sono arrivati ​​da Kyiv, Kharkiv e da altre città che Putin sta bombardando dal 24 febbraio. Tutti ringraziano la Lituania per il suo enorme e caloroso abbraccio.

Non dimenticheremo mai questo giorno.

GUARDA IL VIDEO

Guarda anche l’intervista al viceministro degli Affari esteri della Lituania sulla guerra in Ucraina

11 Marzo, Giorno dell’Indipendenza, Lituania per Ucraina
Tag:                                             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.