L’associazione Lapteviečiai svolge l’importante compito di trasmettere la memoria di quanto accaduto in Lituania durante l’occupazione Sovietica. Un regime che ha oppresso la Lituania fino al 1990, quando finalmente il Paese, primo tra i Paesi Baltici, conquistò la sua indipendenza.

In una giornata autunnale, fredda e piovosa, siamo stati invitati a partecipare alla Santa Messa in memoria delle persone che morirono in Siberia. Si celebrava presso la Chiesa di San Michele Arcangelo in Kaunas.
Dopo la funzione abbiamo parlato con i sopravvissuti e i loro famigliari. Ognuno aveva con sé le foto dei parenti deceduti, della vita felice e spensierata prima della deportazione. Molti all’epoca erano bambini o adolescenti. Altri sono nati in Siberia. La loro sopravvivenza in quelle condizioni terribili, sembra un miracolo. È invece frutto della tenacia e della voglia di vivere di persone che non volevano darla vinta ai loro oppressori. Sopravvivere era una vittoria. Storie incredibili che ci toccano nel profondo e che raccontano il dramma di quegli anni. Queste le foto della giornata.

[Photo Gallery] Holy Mass Memorial Lapteviečiai – Incontro con i sopravvissuti

Commenta