Text by Kaunas2022 – ph. LithuanianStories

Kaunas, Capitale europea della cultura nel 2022, ha innumerevoli cose per catturare l’attenzione del mondo. La sua storia, il movimento Fluxus, il design e la comunità hanno contribuito a creare la leggenda di una nuova Capitale contemporanea che diventerà un festival culturale che si protrarrà per un anno intero, con più eventi di quanti sono i giorni del 2022.

Centro storico di Kaunas. Vilniaus gatvė di notte (ph. LithuanianStories)

La seconda città più grande della Lituania si è sviluppata rapidamente, creando nuove motivazioni per una visita. Situato tra due fiumi e avvolto dalla natura, affascina i turisti con la sua architettura, le attività acquatiche e i paesaggi suggestivi. Gli anni tra le due guerre, dal 1919 al 1940, furono significativi per Kaunas che divenne capitale temporanea della Lituania. La città si trasformò rapidamente in un fiorente centro di attività scientifiche, culturali e accademiche. Anche la sua più grande ricchezza – l’architettura modernista unica – emerse in quel periodo. Kaunas è famosa in tutto il mondo come luogo di nascita e casa di molti personaggi famosi, tra cui il membro fondatore del movimento Fluxus, Jurgis Mačiūnas.

Chiesa della Resurrezione di Cristo costruita tra il 1932 e il 1940, simbolo di libertà e della riconquistata indipendenza nel periodo tra le due guerre. In epoca sovietica fu trasformata in una fabbrica di radio
(ph. LithuanianStories)

Nonostante la sua ricca storia, è stato fondamentale dare una nuova spinta a Kaunas: dopo che la Lituania ha riacquistato la sua indipendenza, nel 1990, la città ha attraversato un periodo difficile. Era necessario uscire dalla stagnazione in cui era precipitata e che durava da tanti anni. Avvolta negli stereotipi, la città fu sopraffatta da un’amnesia collettiva. Gli abitanti vivevano un palpabile pessimismo e avevano nostalgia del periodo tra le due guerre mondiali. Molti, soprattutto i giovani, hanno scelto di andarsene invece di usare le loro capacità, il loro talento, per plasmare Kaunas. Lo status della città come Capitale Europea della Cultura ha permesso alla sua comunità creativa di realizzare una tanto attesa trasformazione, creando il motto “Da temporaneo a contemporaneo”. La mitica “Bestia” di Kaunas, un progetto nato per creare una narrazione unificante per la città, si svolgerà nella grande trilogia del prossimo anno composta da Rivolta (19-23 gennaio), Confluenza (20-22 maggio) e Trattato (25-27 novembre). Per ora, la Bestia dorme, e appare solo occasionalmente in visioni e racconti. Ma il suo russare, racconta la gente, può essere sentito nei sotterranei del Castello di Kaunas.

Sculpture Man, dello scultore lituano Petras Mazūras. Opera inaugurata nel 1991. Si trova davanti alla Galleria d’arte Mykolas Žilinskas, vicino alla chiesa di San Michele Arcangelo (ph. LithuanianStories)

L’anno prossimo, la città e i suoi sobborghi, ospiteranno oltre 300 eventi culturali. I festival annuali organizzati da Kaunas 2022 raggiungeranno il loro apice, come la Giornata internazionale della Felicità (marzo), il Forum della capitale europea della cultura (maggio), i quartieri contemporanei (per tutta l’estate nei vari quartieri), il Festival della gioventù europea (luglio) , il Festival Internazionale delle Arti dello Spettacolo ConTempo (agosto), Fluxus Festival (settembre), l’evento di design di Kaunas per celebrare il riconoscimento come Città creativa del design dell’UNESCO (ottobre) e il CityTelling Festival, che riconsidera la memoria multietnica di Kaunas e le persone che l’hanno costruito, ad ottobre.

Sugihara House. In memoria del diplomatico giapponese Chiuno Sugihara, console giapponese a Kaunas tra il 1939 e il 1940. Ha salvato migliaia di ebrei dalla persecuzione nazista. Guarda la sua storia e sulla Sugihara Week (ph. LithuanianStories)

Gli eventi già fissati saranno integrati da quelli nuovi, tra cui la settimana della letteratura di Kaunas, i Japan Days, il festival di musica elettronica contemporanea ospitato negli edifici modernisti “Optimismo” e altro ancora. “La Cantata di Kaunas”, una composizione corale musicale sulla memoria della città, è stata scritta insieme agli artisti Litvak (ndr nome degli ebrei Lituani) Philip Miller e Jenny Kagan. La 13a Biennale di Kaunas proporrà un programma speciale, con diverse gallerie che ospiteranno mostre di arte visiva di famosi autori. Tra cui William Kentridge, Christian Boltanski, Jenny Kagan, Yoko Ono e Marina Abramović. I teatri di Kaunas stanno allestendo nuovi spettacoli, e numerosi concerti e altre manifestazioni si svolgeranno nel centro città.

All’interno di un edificio costruito nel 1929. Si trova in Gedimino 48 a Kaunas. Autentico parquet in rovere. Alcuni mobili e altri dettagli. Stili Art Déco e Art Nouveau (ph-LithuanianStories)

Varie forme creative hanno dato nuova vita alle strutture moderniste della città, che sono state nominate per entrare tra le opere appartenenti al patrimonio mondiale UNESCO. La Capitale Europea della Cultura promette di ospitare oltre 365 eventi di arte e cultura, così come la mostra internazionale unica “Modernism 360/365” all’interno di questi straordinari edifici. Incoraggiamo i visitatori a cercare percorsi speciali, in modo da vivere Kaunas attraverso i suoi interni modernisti. Maggiori INFO

Kaunas 2022: Fiore all’occhiello della Cultura Contemporanea Europea

Commenta