Abbiamo intervistato Mindaugas Reinikis, responsabile della comunicazione di Kaunas2022. Nell’intervista ci racconta la posizione del suo team, cosa significa per loro questa situazione.

Condanniamo fortemente questa sanguinosa guerra della Russia contro l’Ucraina. E come il resto del mondo chiediamo che venga fermata subito”, ha detto.

GUARDA IL VIDEO

Kaunas2022 ha stretto importanti collaborazioni con istituzioni culturali e artisti ucraini.

Abbiamo scelto di non tacere e abbiamo deciso di reagire e fare tutto ciò che è possibile. Ne abbiamo parlato tutti assieme. La priorità oggi è aiutare i bambini, le donne, gli anziani”.

All’interno ci sono vari spazi per i bambini

Il numero di rifugiati continua a crescere e circa 16.000 sono già arrivati ​​in Lituania attraverso la Polonia. Il loro numero continua a crescere. Molte istituzioni governative, e no, si sono attivate per trovare loro riparo, cibo e quant’altro di cui hanno bisogno.

Il nostro obiettivo non è fornire ai rifugiati solo alloggio, cibo e risposte ai loro bisogni, ma anche creare spazi in cui le persone possano continuare il proprio lavoro e portare avanti la propria creatività”.

La nuova Casa Ucraina si chiama “CulturEUkraine”.

Locali dove incontrarsi, parlare, mangiare assieme

Attualmente, il simbolo del modernismo a Kaunas, l’Ufficio Postale Centrale, ospita un grande spazio al terzo piano dell’edificio, adibito all’accoglienza degli ucraini fuggiti dalla guerra. In pochi giorni il team di Kaunas2022 con molti volontari, il supporto di tutti i Kaunasians e del comune, ha trasformato quel luogo in uno spazio confortevole per i rifugiati.

Ci sono stanze per i bambini e i loro genitori, per chiacchierare e mangiare tutti insieme, affinché possano sentirsi al sicuro. Lontano dalla tragedia che ha colpito il loro Paese.

La Croce Rossa lituana e altre realtà locali, come alcune scuole, Kauno Kolegija, la scuola Herojus, e altri ancora, offrono sostegno agli ospiti, anche sotto il profilo psicologico.

Durante l’inaugurazione l’edificio è stato completamente illuminato di blu e giallo, colori della bandiera. Alcuni artisti ucraini e lituani hanno cantato davanti all’ufficio postale.

L’evento è stato aperto dal giovane ragazzo ucraino, Kiril Dernovoj, che ha cantato l’inno nazionale. Una performance emozionante!

All’inaugurazione della Casa il giovanissimo ucraino Kiril Dernovoj ha cantato l’inno nazionale

Successivamente anche il quarto piano del palazzo diventerà uno spazio aperto a tutti gli artisti ucraini, affinché possano continuare le loro attività.

Guarda anche “Il giorno dell’Indipendenza Lituana in supporto all’Ucraina”

CulturEUkraine, Inaugurazione Casa Ucraina, Kaunas2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.